Orybal's weblog

free your soul

L’esercito arriva in città…

Mio padre, di fronte alla mia inquietudine per la notizia, ha scherzato “Da quale Paese straniero siamo stati invasi?”

Al via l’operazione “Missione Italia”: in campo 3000 soldati – parà, granatieri, bersaglieri e alpini occuperanno (termine inquietante) questa mattina le principali città italiane, dice La Repubblica – per posizionarsi davanti ambasciate, chiese, metropolitane. Sulla manovra di affidare l’ordine pubblico ai soldati, c’è chi applaude (la maggioranza), chi critica (l’opposizione) e chi liquida tutto come una “costosa operazione di facciata” (i sindacati del comparto sicurezza e difesa). Il costo per le casse pubbliche sarà di 31,2 milioni di euro nel 2008 e di altrettanti nel 2009. Mentre il Mattino di Padova lanciava un articolo sprintoso sulle zone in cui i militi dovranno stare con gli occhi spalancati  perchè ritiene si debbano occupare prevalentemente di arginare lo spaccio della droga in città,  il segretario del Sindacato autonomo di Polizia, Nicola Tanzi afferma che “per il comparto sicurezza e difesa nel decreto legge 112/2008 non c’è niente e lo diciamo con una delusione mista a rabbia, perché questo governo ha vinto le elezioni promettendo maggior sicurezza agli italiani e non inutili operazioni di facciata, come l’impiego dei militari”.

Da Il Gazzettino di Padova del 03/08/2008

A scendere lungo via Tommaseo, via Cairoli e Bixio, corso del Popolo, piazza De Gasperi, piazza Mazzini e l’area del Borgomagno, saranno, come stabilito venerdì dal Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza, formazioni composte da quattro persone. Tre militari e un agente della Polizia dello Stato o dei Carabinieri. Gli uomini che gireranno a piedi saranno tre, mentre il quarto, un rappresentante dell’esercito, guiderà la jeep, una Land Rover Defender, che seguirà il personale a piedi. I 45 militari che presidieranno le strade della città fanno parte della Brigata artiglieria contraerei (…) Ogni giorno, per i prossimi sei mesi, usciranno in perlustrazione 13 pattuglie suddivise in turni di sei ore ciascuno, dalle 7 del mattino all’una di notte. «La scelta iniziale presa all’interno del Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza – ha precisato il questore, Alessandro Marangoni – è stata quella di non impiegare i militari durante il turno di notte. Il loro infatti è un controllo “appiedato” che ha valenza preventiva». Tra le mansioni previste, i soldati avranno anche quella di fermare e perquisire le persone ritenute sospette. Ma potranno compiere arresti solo in flagranza di reato. Durante i pattugliamenti indosseranno l’uniforme per i Servizi estivi armati – Sae2 – con anfibi, cinturone e pistola, una Beretta in dotazione anche alla Polizia di Stato. Dunque niente mimetica, né armi “lunghe”. Ma i militari in pattuglia indosseranno l’uniforme d’ordinanza estiva, con pantaloni e camicia a maniche corte e saranno armati di pistola; quelli a presidio degli obiettivi sensibili avranno mimetica e fucile. «I nostri uomini, lungo le vie di Padova, eseguiranno compiti che già svolgono, o hanno svolto, anche all’estero per monitorare l’ordine pubblico – ha ricordato il vice comandante della Brigata artiglieria contraerei, il colonnello Pasqualino Mauriello – Non ci sostituiremo in alcun modo alle forze dell’ordine, agiremo in concorso con loro e li supporteremo. Nessuno è in cerca di gloria personale, sono tutti militari coscienti delle loro responsabilità e determinati nell’assolvere il compito che è stato loro assegnato». di Matteo Bernardini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 agosto 2008 da in notizie con tag , , , , , .

La mia tesi è libro: info qui

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: