Orybal's weblog

free your soul

I ragazzini profughi addormentati nei tombini

esterne281322082801132356_bigUna notizia ci fa sapere che a Roma hanno scoperto bambini afgani dai 10 ai 15 anni che dormono nei tombini. E a pagamento. Alemanno dice che  è un fatto “molto grave e impressionante. Vogliamo comprendere come sia stato possibile un simile dramma nella nostra città, quali siano le cause di questa vicenda e l’ effettiva condizione in cui vivevano questi ragazzi”. Save the Children denuncia la mancanza di una una strategia di lungo periodo per l’accoglienza e la protezione dei minori stranieri non accompagnati che arrivano nel nostro paese.  I minori afgani arrivano nel nostro Paese prevalentemente dalla frontiera est  e sarebbe necessario investire per riuscire ad intercettare questi minori al loro arrivo per poter assicurare loro accoglienza e protezione. “Dalla nostra esperienza, per i minori afgani, l’Italia è un paese di transito per proseguire il loro viaggio, al fine di congiungersi a parenti o conoscenti presenti soprattutto nel nord Europa e pertanto alcuni di loro accettano solo di usufruire di servizi di base, quali ad esempio pasti, doccia, consulenza medica direttamente su strada o in luoghi come il nostro centro bassa soglia CivicoZero, inaugurato a febbraio a Roma” ha dichiarato Valerio Neri, Direttore Generale di Save the Children Italia.

Nel solo 2008, 7.797 minori stranieri non accompagnati risultano arrivati in Italia, dato che tuttavia appare sottostimato perché in esso non sono inclusi i minori neocomunitari, i richiedenti asilo, le vittime di tratta oltre, naturalmente, a quelli che non sono mai entrati in contatto con il sistema istituzionale di accoglienza.

Vengono da Marocco (15,29%), Egitto (13,75%), Albania (12,49%), Palestina (9,47%) ed Afghanistan (8,48%), seguiti da Eritrea (4,99), Nigeria (4,14%), Somalia (3,90%), Serbia (3,76%) ed Iraq (3,68%), per un totale di 78 paesi diversi rappresentati. La maggior parte di questi minori è di sesso maschile, pari al 90,46%, contro il 9,54% di sesso femminile, ed ha un’età compresa tra i 16 (26,22%) ed i 17 anni (50,58%).

I minori migranti sono presenti e ricevono assistenza principalmente nelle grandi città italiane (oltre 100.000 abitanti), ma negli ultimi tempi anche quelle di medie dimensioni (tra i 15.000 e i 100.000 abitanti) hanno registrato un incremento nel numero dei minori accolti. Le principali regioni di arrivo dei minori stranieri non accompagnati sono state la Sicilia (34,4%), Lombardia (14,3%), Emilia Romagna (8,5%) e Piemonte (8,2%).  Da sottolineare il rapporto tra paese di provenienza ed area geografica di destinazione, che conferma l’importanza delle “catene migratorie”, ovvero il ruolo della rete dei parenti e dei connazionali che funge da ponte tra l’Italia ed il paese di provenienza dei minori. Così, negli ultimi anni, i minori rumeni risultavano presenti soprattutto in Lazio ed in Friuli Venezia Giulia, quelli albanesi in Emilia Romagna, Toscana, Friuli Venezia Giulia e Puglia, i marocchini in Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna e gli afgani soprattutto nelle Marche e nel Lazio. 

Girano voci che non sia vero niente! Lo dice anche l’assessore ai servizi sociali di Roma: non dormivano nei tombini ma sulle panchine di piazzale Ostiense! Evidentemente pensa che questo sia un posto più adeguato per  dei minorenni, 24, tutti tra i 10 e i 15 anni, profughi afghani scampati alla guerra e a un lungo viaggio! Ci lascerebbe dormire i suoi, di bambini, sulle panchine di Roma…

Il vento soffia lungo la strada
Fredda e buia, stanotte
E le persone ballavano, presi dalla musica
E i ragazzi danno la caccia alle ragazze
con i capelli arricciati,
Mentre i giovani tormentati e timidi se ne stanno seduti in disparte
E le canzoni aumentano di volume
Ognuna è meglio della precedente

E canti le canzoni
pensando che la vita è così
E ti svegli la mattina con la testa gonfia e pesante
Dove andrai? Dove andrai?
Dove andrai a dormire stanotte?
E canti le canzoni
pensando che la vita è così
E ti svegli la mattina con la testa gonfia e pesante
Dove andrai? Dove andrai?
Dove andrai a dormire stanotte?

Quindi te ne vai giu per la strada nel tuo taxi per quattro
E aspetti davanti alla porta di Jimmy
Ma non c’è nessuno a casa e nessuno arriverà fino alle 4
Alora ti siedi lì senza niente da fare
Parli di Robert Riger e degli altri della sua gang
E dove andrai, dove andrai a dormire stanotte

E canti le canzoni
pensando che la vita è così
E ti svegli la mattina con la testa gonfia e pesante
Dove andrai? Dove andrai?
Dove andrai a dormire stanotte?
E canti le canzoni
pensando che la vita è così
E ti svegli la mattina con la testa gonfia e pesante
Dove andrai? Dove andrai?
Dove andrai a dormire stanotte?

Annunci

Un commento su “I ragazzini profughi addormentati nei tombini

  1. marco
    29 aprile 2009

    Che bel blog… le tue parole mi rapiscono… anche le tue esperienze sono accattivanti e lasciano porte aperte verso esperienze che nel quotidiano rifuggiamo.
    HAI UN LETTORE IN PIù

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 6 aprile 2009 da in libertà.

La mia tesi è libro: info qui

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: