Orybal's weblog

free your soul

Assurdità italiane?

Ora cerco lavoro – I am looking for job.

Sì, fine dei giochi, qui, e in fondo speravo finissero per poter fare un salto di qualità. Perchè lavorare è bene comunque, specie se non ti spacchi la schiena ed hai anche tempo per scrivere un blog, e questi sono gli aspetti positivi… ma ci son delle situazioni idiote di cui ti rendi conto durante, e altre di cui ti rendi conto solo dopo: lasciamo perdere il fatto che non puoi stare male e non completare la relazioncina, sennò, in quanto sei un co.co.co, ti posticipano lo stipendio al mese dopo (così vai a fare l’elemosina per pagarti le medicine e pranzi alla mensa dei poveri…. scherzo); e poi ora sì, ti è concesso stare male ma non “troppo” e le prudenze sulla influenza suina beh, si son ricordati dopo aver mandato la comunicazione ai dipendenti di avere assunto migliaia di untori co.co.co che non avrebbero fatto il vaccino e che non sarebbero rimasti a casa, perchè, se stai “troppo”, il tuo capo che è tanto buono e chiude un occhio se gli va, può invece anche chiedere di decurtarti lo stipendio. Hanno poi fatto la circolare che offriva il vaccino anche ai co.co.co., certo, ma il punto rimane che molti lo han rifiutato… ma tanto la suina si è rivelata uno spauracchio, l’influenza più flebile dell’ultimo secolo

Ma poi? Beh… perchè non fare un giretto al centro per l’impiego? Senza nessuna aspettativa, perdio, solo mi han detto che c’è un opuscolo in distribuzione che potrei vedere… beh, invece non vedono l’ora di farti parlare con la consulente, dato che non sei lì come operaia che chiede la disoccupazione… Ma qui racconti che non ti aspetti chissà che da loro, volevi solo l’opuscolo, e ti vien detto che no, “con la crisi del manifatturiero, il terziario avanza a Padova”… però se son disposta ad andare all’estero, faccio bene, meglio per me.

Vediamo insieme le tante offerte di terziario… 14. Sono per “mobilità”, “apprendistato”, poi “mobilità”, “apprendistato”, e “mobilità”, “apprendistato”… beh, non c’è niente per gli altri… ahahaha… E poi la consulente fa: “ah, vedi questo part time da 14 ore (a poche ierelle)? Beh, dovresti iscriverti alla nostra bancadati, fare l'”ok, lo voglio – I apply” e dopo magari ti diamo il nome del datore di lavoro… ma se tu che sei così brava a trovarti lavoro da te, vai al Comune e chiedi un po’ in giro, con nonchalance, non parlando affatto di noi lo puoi anche venire a sapere…”. Ah, grazie…

Poi non ti venisse mai in mente di passare all’INPS… porta sfortuna. Perchè han detto che esiste un’indennità di disoccupazione una tantum (20% del 2009, cioè forse 3000 euro esagerando, per tutto l’anno 2010!) per i precari. Eh, per i precari che han lavorato tutto il 2009. Ci sto. E anche nel 2008… okay, ci sono. E ti presenti all’INPS, prendi il numero, fai la fila, solo due persone davanti, che fortuna! …ma no, l’indennità si da solo ai Co.co.Pro. … e certo, i co.co.co., collaboratori coordinati e continuativi, non dovrebbero esistere più, con l’eccezione che nel pubblico impiego dove chissà perchè avevano bisogno di servi e non erano capaci di definire un Pro: un progetto.

Telefono alla NIdiL CGIL perchè non ci credo che ci sia questo cavillo, mica abbiamo scelto noi che contratto di collaborazione volevamo! E invece l’uomo gagliardo dice che sì, è così, infatti è una truffa propagandistica del governo, quel provvedimento… infatti forse ne hanno goduto in 1000 in tutta Italia l’anno scorso. E qui siamo politicamente solidali… Ma mi piace poi la sua idea, dato che non si valorizza il fatto che nel 2008 avessi lavorato da dipendente a termine – che maledizione, se fossi stata scafata chiedevo subito la disoccupazione invece di cercarmi un altro lavoro! – che se ora mi cercassi un lavoro da dipendente a termine, anche solo per un mese, poi potrei chiedere la disoccupazione… Eh, perchè la gente ti fa lavorare un solo mese, all’uopo del tuo ottenere il sussidio, e poi – gli rispondo da scema hardworker che sono che ancora crede che il lavoro nobiliti (davvero?) – che se trovo un lavoro non è per poi aver la disoccupazione, ma per lavorare!!! Che strana che sono, eh?

Poi, vabbè, si continua a guardarci intorno alla ricerca di soluzioni… e anche qui noti qualcosa da raccontare. Vaghi per le solite banche dati e c’è qualcosa, ma tanto in Italia pare che spedisci cv e non ti rispondono mai. Così te ne dimentichi e lo rinvii, dovrebbero dirtelo dopo un po’ che non ti reggono più: hanno schedari pieni del tuo cv!

Poi vaghi per i siti utili come italiansonline che ha una bacheca autogestita dagli utenti dove si pubblicano annunci, si danno consigli utili nei forum, etc… o come Multilingualvacancies o come italiansinfuga, anche qui piattaforma di molto utile reciproco aiuto, che segnala lavori all’estero per italian speaking native, che senza di loro mica li trovavi!

Poi mi iscrivo nei posti più insoliti: UN Volunteers dove mi han accettato nel loro database – evviva!  che bello, che bei lavori gratificanti e utili al mondo – ma non ho ancora capito se offrono solo lavoro senza rimborsi e quindi se lo sognano che una disoccupata senza una lira spenda tempo con loro… banche cv di UNRWA, altre cose per cui son poco qualificata nei loro dettagliati requisiti. Per Istanbul 2010 Capitale della Cultura… beh, assumono solo turchi… ma credono che i turisti italiani vadano tutti a Jesolo, in vacanza, nel 2010?

E poi EURES, portale europeo della mobilità professionale. E’ ottimo, peccato che nessuno guardi il mio cv, che è lì da un po’. E ci son tanti lavori, eh, ben classificati… un po’ predominano quelli pubblicati in tedesco, anche per posizioni in altri paesi, tipo la Spagna. Bisognerebbe imparare il tedesco, suggerisce. Suppongo che la banca dati sia unica, cioè che non conti in quale lingua ci entri, no? Beh, entra, registrati e vedi le offerte di lavoro per Italia: Bolzano, Bolzano, Bolzano, Bolzano…. mmmm…. significa che i centri per l’impiego delle altre province non hanno proprio niente per nessuno (neanche per i cittadini italiani) o significa che sono a un livello da terzo mondo e non son capaci di cercare nella loro zona un paio di lavori che si possano inserire in una banca dati europea? Forse è vero che Bolzano è Eldorado, si dice paghino molto di più dato che è provincia autonoma… solo per questo? Oppure non sia mai che l’Italia dia un minimo sospetto che ci siano lavori qui, cui stranieri italofili possano concorrere, che poi scoppia un’altra guerra fra poveri??!!!

L’Italia è uno strano Paese… poi scusate se non sapevo che il rivoltante politico del PdL Cicchitto fosse un esponente di spicco della P2. A chi ha poca memoria storica oggi su Che tempo che fa lo ricorda Ezio Mauro. Allora sì, che capisci che E’ MEGLIO PER TUTTI partire…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 10 gennaio 2010 da in libertà.

La mia tesi è libro: info qui

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: