Orybal's weblog

free your soul

Per prepararsi al workshop di Torino con Amira Hass

Il 17-18 e 19 aprile sarò a Torino al workshop della Rete-ECO, Rete degli Ebrei contro l’Occupazione, e il Comitato di Solidarietà con il Popolo Palestinese “Il conflitto israelo-palestinese. Quale informazione?”.

Per farlo, ci han dato i compiti per casa… allora dall’8 al 16 aprile devo controllare le notizie principali dei seguenti siti…

www.haaretz.com

www.jpost.com

www.maannews.net/en

www.kibush.co.il

http://www.israelnationalnews.com/

http://www.nad-plo.org/

http://www.israeli-occupation.org/

Questo homework mi sta appassionando… 🙂

Magari non ci si fa abbastanza caso, di solito, alle notizie di quell’area, invece prestandoci attenzione giorno dopo giorno, si entra nel loro “clima”… che è lievemente asfissiante!

L’attuale problema principale di Israele è che una ex soldatessa ha preso 2000 documenti militari dove si diceva che i militari avessero ricevuto ordini per eseguire uccisioni mirate contro i miliziani palestinesi della Jihad islamica, in violazione, quindi, di quanto stabilito dalla corte suprema israeliana.  Lei li ha dati a un giornalista israeliano di Haaretz che ne ha pubblicati alcuni. Traditori della patria! Uno scappato a Londra – e forse è meglio se ci resta, anche se lo Shin Bet fa il gentile con lui chiedendogli di restituirli -, l’altra agli arresti domiciliari da dicembre ed è stato diffuso un bando (gag order) ai giornalisti israeliani di scriverne. Mentre la stampa internazionale non faceva che diffondere questa notizia….

Il bando è stato tolto l’altro ieri… Ma la destra non fa che suscitare polemiche su come la sinistra sia antipatriottica – la verità non si deve dire! Mette in pericolo la sicurezza di Israele circondato da nemici arabi – e si inventa supposti legami fra quella soldatina di 24 anni che «E’ una sionista, un’israeliana che ha voluto svelare singoli ordini illegittimi, non certo divulgare segreti di Stato», ripetono i suoi sostenitori, mentre le destre la accusano di aver contatti con le fazioni terroristiche di tutto il mondo arabo…

Fatto sta che la verità è morta, in nome di “noi possiamo fare quello che vogliamo, nascondere le nostre nefandezze, perchè noi siamo le vittime della storia e se gli antisemiti le vedono, ci sterminano”. Ogni critica ed ogni dibattito democratico è proibito. Mi fa venire in mente lo scandalo sui preti pedofili protetti dalle gerarchie ecclesiastiche della chiesa cattolica attuale…. 😦

E nessuno vuole parlare dei fatti ingiusti e delle vittime.

Un’altra news del Jpost che lascia un po’ a bocca aperta è quella che afferma che è stata rifiutata dall’Alta Corte di Giustizia Israeliana una petizione di Yesh Din – Volontari per i diritti umani che contestano alcune barriere che i coloni di Ofrah stanno costruendo, impedendo ai contadini palestinesi di raggiungere i loro campi. The state asked the court to reject the petition because, based on the complaints they have received, Ofra is not the only settlement to have built such barriers. Lo stato ha chiesto alla corte di rifiutare la petizione perchè, in base alle lamentele che hanno ricevuto, Ofrah non è l’unico insediamento ad aver costruito barriere simili… Non capisco.

The state said that because there were so many complaints, the authorities decided to conduct a comprehensive examination of the phenomenon, including the mapping of all the barriers that are found to be illegal. The authorities will then decide what to do about them. Chissà quando si concluderà questa grande indagine…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 11 aprile 2010 da in libertà con tag , , .

La mia tesi è libro: info qui

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: