Orybal's weblog

free your soul

Il giorno del fegato…

Gilad Shalit è liberoooooooooo!

Ci son state altre notizie positive oggi… una mamma dona parte del proprio fegato a sua figlia neonata malata di cirrosi biliare e al Bambin Gesù di Roma fanno il primo trapianto di fegato da vivente.

Poi ne è stata detta un’altra al tg ma non la ritrovo: un malato di cirrosi di Napoli ha ricevuto la comunicazione che c’era il donatore perfetto per lui… a Padova. Una gran gioia seguita da disperazione: non aveva i soldi per pagarsi il biglietto aereo per correre a Padova entro 24 ore… immediatamente il paziente minaccia di suicidarsi nell’ospedale Cardarelli. I medici – dimostrando di avere fegato e cuore – iniziano una colletta e dopo poco gli pagano il biglietto… pronti, vai! (blush)

Ma tornando a Shalit… in 5 anni era divenuto una sorta di icona planetaria. La comunità ebraica di Roma aveva convinto anche il Comune di Roma a farne un simbolo… e lui torna – dopo uno scambio con 1.027 reclusi, molti dei quali condannati nello Stato ebraico per gravi attentati terroristici – e qual’è la prima cosa che pare dica? “Hamas mi ha trattato bene” e “Facciamo pace coi palestinesi…”.

Ha detto nella prima intervista (riportano in tv): “E’ bene essere liberi

Vabbè, forse non ha detto letteralmente così, ma qui leggo: ha manifestato subito un lucido e sobrio auspicio di ”pacificazione” fra israeliani e palestinesi: dicendosi solidale verso il destino dei reclusi scarcerati in cambio della sua liberta’, ma a patto che essi ora tornino ”a casa”, come lui, e ”rinuncino alla lotta armata”.

Ovviamente, Hamas la considera una vittoria sul nemico sionista, e sta festeggiando… Mentre qualcuno si sta rodendo il fegato (attenzione alla bile): organizzi un’icona, smobiliti il mondo per liberarla e quella torna e che dice? “…ma io penso che dobbiate fare la pace con questi bravi ragazzi che mi hanno rapito e sfamato”?

Aspettavo questo momento… mi viene da ridacchiare.

(Però poi ha ricevuto anche il bentornato del premier Benyamin Netanyahu, del ministro della Difesa Ehud Barak e dei vertici militari del suo Paese: penso gli abbiano detto che è meglio taccia se non ha niente di sionista da dire…)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 18 ottobre 2011 da in libertà.

La mia tesi è libro: info qui

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: