Orybal's weblog

free your soul

La Palestina è da oggi membro dell’UNESCO!

Da oggi la Palestina è membro dell’UNESCO!

L’UNESCO – United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization – lavora per creare le condizioni per il dialogo tra le civiltà, le culture e i popoli, basata sul rispetto dei valori condivisi. E ‘attraverso questo dialogo che il mondo può raggiungere visioni globali di sviluppo sostenibile che comprendono il rispetto dei diritti umani, il rispetto reciproco e l’alleviamento della povertà, obiettivi che sono il cuore della missione e delle attività dell’UNESCO.

107 membri su 173 hanno votato a favore. 14 contro. E’ bene ricordare chi sono quelli che si sono asserviti al diktat di Israele: Stati Uniti, Canada, Germania. Russia, Cina e Francia hanno votato a favore. Il Regno Unito è stato tra i paesi che si sono astenuti.

Gli Stati Uniti hanno anche detto che son state violate alcune regole dell’UNESCO, ammettendo la Palestina, e che non daranno più fondi all’ente. Israele si oppone a qualsiasi tentativo da parte palestinese di aderire al corpo delle Nazioni Unite. Romperà il processo di pace perchè non lo hanno consultato prima di chiedere la membership, un’azione unilaterale… e i servi non devono esser tanto sfacciati. Peccato che non si possano avviare processi di pace seri senza essere alla pari.

Sarà la prima volta che i palestinesi raggiungono lo status di piena appartenenza a un organismo delle Nazioni Unite. “Questo voto cancellerà una piccola parte dell’ingiustizia fatta al popolo palestinese”, il ministro degli Esteri palestinese Riyad al-Malki ha detto alla riunione dell’UNESCO a Parigi.

Sabri Saidam, consigliere del presidente palestinese Mahmoud Abbas, ha detto che il prossimo passo è quello di “convincere coloro che si sono opposti al movimento palestinese”, così come il Consiglio di Sicurezza a “guardare al futuro” e accettare che la stabilità della regione dovrà essere basata sulla giustizia per i palestinesi e la fine dell’occupazione. Io approvo… 🙂

Estratto da http://rt.com/news/palestine-unesco-membership-vote-181/

E’ un successo simbolico, ma importantissimo, secondo Michele Giorgio su Nena News. Ora i palestinesi potranno richiedere la registrazione di quei siti che Israele vorrebbe annettersi. Anche per questo Washington, Tel Aviv e una parte dell’Europa (Germania in testa) si erano impegnati in un pressing diplomatico per persuadere i palestinesi ad accontentarsi di uno status di livello inferiore a quello di membro a tutti gli effetti, come l’adesione solo a tre convenzioni dell’Unesco. Ma i rappresentanti palestinesi sono stati irremovibili.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 31 ottobre 2011 da in democrazia, diritti, libertà.

La mia tesi è libro: info qui

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: