Orybal's weblog

free your soul

K.Lit… un’idea letteraria che ha preso forma e contenuto a Thiene!

Lo scorso weekend sono stata al K.Lit, svoltosi per la prima volta a Thiene (VI). Il K.Lit è il festival dei blog letterari. Si sono trattati vari temi ed è pure stato nominato il mio nome legandolo a padovadonne.it, dall’amica blogger Giulia Penzo che mi ha notato fra gli spettatori :).

I temi erano i seguenti, ve li riporto pari pari dal sito del festival:

Editoria

Il web sta cambiando il modo di intendere l’editoria classica. Quali sono le nuove sfide e le nuove opportunità? Spesso i blog si confrontano su problemi quali i cambiamenti in corso nel mondo del lavoro, il copyright e l’editoria a pagamento. E i blog stessi sono in grado di influenzare le classifiche e le vendite dei libri?

Uomo e Donna

Lo studio di affinità, intersezioni e differenze tra l’uomo e la donna potrebbe occupare discussioni infinite, sia online che offline. Com’è legato tutto questo al modo di pensare, di scrivere, di amare? E i blog ne percepiscono le differenze?

Scuola e Accademia

In quali modi il mondo della scuola e quello universitario stanno guardando alle nuove tecnologie e si stanno, di conseguenza, modificando? E i blog come prendono in considerazione il sottile rapporto con la cultura accademica?

Viaggio e Culture

Il festival vuole aprirsi al futuro e rendersi quanto più possibile, e da subito, internazionale. L’intenzione è di volgere lo sguardo oltreconfine e provare a discutere di ogni tipo di viaggio, locale e mondiale, reale e mentale.

Diversità e Abilità

Le disabilità, nella nostra società, sono molte e riguardano svariati ambiti. Così pure diventa sempre più labile, e sfumato, il rapporto tra normalità e diversità.

Infanzia e Adolescenza

Il mondo dei bambini e dei ragazzi ha bisogno di attenzioni specifiche anche in relazione alla multimedialità, e non solo secondo la nostra idea classica di protezione. Quali sono, ad esempio, le modalità di tutela dei minori in rete? Oppure, come si sta evolvendo l’editoria per l’infanzia?

Ambiente e Società

Stiamo cambiando, noi tutti: cambia la società, cambia l’ambiente e il nostro modo di percepirli. Quali sono i temi caldi di cui i blog si occupano con più interesse? E in che modo interagiscono con l’ambiente e con la sua salvaguardia?

Fin troppa carne al fuoco, penserà qualcuno. Oggi qualcuno leggerà sui giornali che non c’erano le 15.000 presenze preannunciate, ma quale avventato ha dato questa cifra alla prima edizione del festival?

Ho avuto modo di seguire varie tavole rotonde, in location che a volte erano spazi chiusi o giardini, a volte piazze o strade… l’intento era sia quello di catturare l’attenzione dei casuali concittadini a passeggio, che quello di rivitalizzare gli spazi culturali esistenti nel polo commerciale ricco di meravigliosi palazzi storici che è Thiene. Minosse non ha dato molta tregua: la canicola era soffocante e questo ha scoraggiato molti dall’uscire di casa…

L’organizzazione, notavamo io e il mio amico relatore, era impeccabile. Ogni mezz’ora iniziava un nuovo evento… molti volontari hanno dato il loro contributo a fare funzionare il tutto. Uno sponsor, la Gas, ha finanziato le sgargianti t-shirt dei relatori e chissà cos’altro, rendendo possibile – a chi volesse – identificarli e chiacchierarci anche mentre questi pranzavano o prendevano un caffè. Grazie a DIECI81Lab, il nuovo ristorante che affaccia su Piazza Ferrarin a Thiene, il Festival si è arricchito anche di una vera e propria rassegna Jazz.

La filosofia di chi ha ideato il festival era che “Non saranno conferenze, non saranno monologhi, sarà come entrare in un caffè letterario d’un tempo a sbirciare una chiacchierata informale sui temi caldi dell’attualità, intervallati da un turbinio di attività artistiche.” Una bellissima idea…

Posso dire che qualcosa è mancato… per inesperienza, probabilmente, e per la prossima edizione son certa che dei suggerimenti verrà fatto tesoro… Mancavano momenti in cui leggere i blog dei numerosi autori, portando la rete nelle piazze, perchè non tutti sono consapevoli di quello che vi si sta culturalmente muovendo. Ogni autore avrebbe dovuto avere nel suo badge identificativo il nome del suo blog o la possibilità di portarne con sè dei post stampati, come gli autori di libri arrivano con lo scatolone di libri alle presentazioni.

E’ mancato un momento di plenaria che abbia reso possibile lo scambio fra i tanti talenti presenti (qui estrapolo a posteriori e in modo non esaustivo CHI C’ERA), spesso invece intenti a correre da una sede all’altra per la loro mezz’ora di tavola rotonda.

Ma non è finita qui: hanno pensato anche ad organizzare una “Crociera letteraria di K.Lit” per il prossimo ottobre, con corso di scrittura, incontri con l’autore e serate a tema!

Insomma, uno staff davvero promettente… ora che lo sapete anche voi che ieri non c’eravate… state in allerta: il prossimo luglio arriva il secondo K.Lit!

Questo post compare anche su www.padovadonne.it

Annunci

Un commento su “K.Lit… un’idea letteraria che ha preso forma e contenuto a Thiene!

  1. Pingback: KLit: chi dice cosa (altro giro, altro regalo!). « giramenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 10 luglio 2012 da in arte, culture.

La mia tesi è libro: info qui

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: