Orybal's weblog

free your soul

Giochiamo?

Ieri 2 novembre era il 75esimo compleanno dello zio paterno, per noi Toto, per vicende di interlingua passate fra italiano e spagnolo. E’ uno zio che ha girato un po’ l’Europa, più degli altri, e una cinquantina di anni fa è andato ad innamorarsi di una donna a Siviglia, dove l’ha sposata quasi senza avvisare la famiglia, che comunque non avrebbe mai fatto il viaggio per andare alla cerimonia, anche per motivi economici.

Praticamente a mio zio piace scherzare o recitare… allora le ha fatto credere di essere ricco, presentandosi in taxi, convinto che nessuno l’avrebbe smentito, e che quando la recita fosse stata da lei scoperta… avrebbe avuto abbastanza senso dell’umorismo. Pare che in qualche modo abbia funzionato.

Essendo vissuti a Torino fino al 1978, per me sono diventati presenza familiare nel mezzo dell’infanzia, quando si sono trasferiti qui. La loro trasferta è stata preceduta dall’invio di mia cugina, che iniziava le medie, con cui ho condiviso la camera per un lungo periodo.. Poi quel che è stato chiaro è che se cercassi un compagno per giochi da tavolo… Toto gioca. Dice sempre di sì. Probabilmente gli piaceva proprio, stare con noi bambini, scherzare, giocare.

Ieri non sembrava credibile compisse 75 anni. Lui in autunno gira ancora con le camice estive a mezza manica, altro che acciacchi! Non dico sia un’eccezione perchè molti anziani oggi non sembrano decrepiti, ma sono attivi e in salute… è che lui non ascolta consigli, da spavaldo testardo giovanotto. Non che non abbia i suoi guai, squilibri nei valori sanguigni, ma brontola per ogni limitazione.

I giri di pastine e vino – intervallati dalle uscite sulle scale per rispondere ai parenti e amici che telefonavano dall’estero – ci hanno resi allegri. Poi le foto  davanti alla torta, tutti intorno al festeggiato, con l’autoscatto a tre chances che costringe sempre uno o più a fare una corsa per rientrare nella foto e gli altri a cambiare posizione o espressione ad ogni flash… ci piace rendere confusionaria la nostra compagnia :).

Ultimamente ha deciso di completare il suo barbecue. Non è un artista del barbecue, non ha pazienza, dicono, e rigira troppo la carne. Ma da settimane, finita l’opera in muratura, ripeteva che avrebbe proprio avuto bisogno di una scopetta… Allora ieri moglie e figli gli hanno regalato una colonia che ha un nome ironico – Acqua classica di Borsari – per ricordargli di non abusare con l’alcool. Comunque, buona. E poi un vero alare da montare! L’opera per mettere insieme i vari elementi – con l’aiuto di mio fratello – è stata fatta con meticolosità e passione. Mia cugina diceva che sembrava gli avessero regalato un Lego o un Meccano. L’oggetto aveva anche i manici dorati ed il barbecue sta in giardino… a lasciarlo lì si rischierebbe che lo rubassero, per cui immaginavamo il va e vieni con l’oggetto, da usare ogni domenica sulla griglia e riportare in cucina poi, dove avrebbe potuto anche fungere da portaombrelli, diceva lui.

Beh, poi ci siamo dedicati a scrivere messaggi di auguri e spiritosi su una lanterna cinese e siamo andati in giardino per lanciarla. Bisogna dire che anche agli altri, fra i primi il marito di mia cugina, piace non poco scherzare e giocare. La confezione della lanterna cinese conteneva una pessima traduzione di tutti i rischi che si possono correre quando si lancia un oggetto simile nel cielo sopra un luogo alberato e abitato. Amiamo il rischio 🙂 e immaginavamo la polizia che avrebbe letto i nostri messaggi: quale ci avrebbe fatto scoprire come autori di un incendio/incidente/danno alla rete elettrica?  Dopo un paio di tentativi a vuoto, la lanterna ha preso il volo. Ha evitato la casa ed il larice che era nella sua rotta ed è salita molto veloce e molto in alto sopra i campi… immaginavamo chi avrebbe colpito cadendo, fra i vicini non proprio amati o il prete… 😀 E chissà quanti nella zona avrebbero fatto denuncia di apparizioni di UFO … e poi è svanita nel cielo, spegnendosi davanti al nostro collettivo stupore. Che bello.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 novembre 2012 da in libertà.

La mia tesi è libro: info qui

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: