Orybal's weblog

free your soul

Che aspirazioni hai…

Alcuni giorni fa sono andata in una scuola privata a chiedere informazioni per poter ottenere un certificato di livello B2 della mia conoscenza dell’inglese. Non c’è miglior valutazione del tuo livello di inglese che fare due chiacchiere su vari argomenti.. il titolare della scuola, inglese, ha iniziato a parlare con me di chi sono, cosa ho studiato, che lavori ho fatto in Italia ed all’estero e delle mie aspirazioni e di che cosa vorrei farne, dopo aver ottenuto questo certificato.  Bella domanda. Di recente ho l’impressione che le persone facciano delle mosse sapendo quello che fanno, i loro scopi pratici, mentre io… studio per cultura personale, totalmente all’oscuro delle opportunità che mi offrono certi percorsi. Non so perchè mi trovi in questa situazione, ma è così. Oppure lo so bene… ho una formazione di elevato livello alle spalle che non sembra essermi servita a niente, sul piano pratico. Carta straccia, delle nostre lauree e master… svalutazione dei titoli.

Dopo una meditazione durata un anno se investire o meno, l’estate scorsa ho iniziato un corso online di glottodidattica, poichè ritenevo di dovere formarmi su tematiche che riguardano il settore in cui lavoro recentemente e con piacere. Solo ad un giorno da una scadenza, parlando con la titolare della scuola che eroga il corso, ho capito che il corso che seguo è essenziale per potere ottenere la certificazione che intendo acquisire in didattica dell’italiano a stranieri!

Alla domanda di questo signore inglese, Terence, sulle mie aspirazioni ho buttato lì quello su cui sto disperdendo un po’ il mio tempo online: cercare di capire come ottenere un international baccalaureat per insegnare nelle international schools in Italia o all’estero oppure utilizzerei il B2 per ottenere la possibilità di insegnare italiano all’estero.

Sono esperta ormai nel trovare annunci di ricerca di personale per insegnamento dell’italiano in Italia ed all’estero. Lo faccio per il gruppo Il divano degli insegnanti all’estero che abbiamo ideato e teniamo vivo io e Maria Pia Arpioni da alcuni mesi. Sono perennemente alla ricerca di lavoro e mi sembra giusto, quando trovo qualcosa che non fa per me, condividerlo, magari dovesse servire a qualcun altro. Mi accorgo, però, che io trovo molto e poi cerco i motivi per non tentare la sorte: “vogliono 3 anni di insegnamento specifico, non ho questo o quel titolo richiesto, è un posto di lavoro troppo lontano, non so la lingua locale abbastanza bene, a chi lascio i miei gatti?”… scuse. Inoltre, sono qui che mi candido per delle opportunità che non desidero: segretaria, receptionist, inventarista, il concorso per la scuola primaria e dell’infanzia. Adeguandomi a situazioni insoddisfacenti per me.

E’ anche vero che a volte la vita ti porta dove crede e i colpi di fortuna o di sfortuna sono momenti essenziali per guidarti nel tuo percorso. Ieri sera Fatiha ci raccontava che lei non era mica sicura di voler rimanere in Italia… ma è arrivata la sanatoria Martelli, e come puoi non tentare?

A volte mandi un curriculum senza sperarci, e dopo poco questo ti cambia la vita… mentre le tue ricerche come inventarista, receptionist o impiegata vengono cestinate. Che è quello che speravi…

E’ anche vero che questo non è un paese per donne… non sfrutta le nostre competenze, fa firmare dimissioni in bianco che scattano se dovessi rimanere incinta e non ritiene l’indipendenza economica delle donne un obiettivo da raggiungere (e spesso questo rende le donne legate a uomini violenti incapaci di andarsene)… non ha capito che senza le donne questo diventa un paese arretrato, nell’economia della conoscenza.

Poi però recentemente persone intorno credono in te. Anche conoscendoti da poco dicono: “Siete forti e belle, e avete coraggio”. Oppure “Sei molto sveglia e verrai ripagata per i tuoi sforzi… io ci credo fermamente. Una come te ce la deve e può fare. Incrocio le dita” e la mia amica Michela che mi conosce da anni conferma la loro impressione.

Non resterebbe che agire… iniziare a crederci pure noi & just do it…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 14 gennaio 2013 da in autorealizzazione, diritti umani.

La mia tesi è libro: info qui

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: