Orybal's weblog

free your soul

Adorabile felino mio…

Animali-e-Cuccioli-1357084301-499614-20130102_003741Chi parla dei propri gatti è un po’ ridicola. Anche chi, vicino a quelle che comprano pannolini e omogeneizzati, ha il cestino della spesa pieno di cibo per gatti. Ma… va bene così: devo mostrarvi quanto il mio Filippino sia fantastico.

Era speciale anche quando era più piccolo…

Lui ha imparato come comunicare che voleva entrare, senza ombra di dubbio. Ha un’abilità che manca a tutti gli altri gatti: loro coi topi dell’Ikea ci giocano anche animatamente, ma l’unico che fa il riporto in stile circense è Filippino.

Lo adorano tutti. Lui sa semplicemente farsi amare. Mia zia è in lutto per la morte della sua vecchia gatta, ma lui già prima era l’unico della tribù gattesca che ci andasse a dormire insieme e quindi ci guadagnava un po’ di cibo più raffinato del nostro… poi, dopo la scomparsa, non manca mai di andare incontro a mia zia quando rientra a casa, come i cani, e lei lo trova fantastico.8647_10151405439536302_429159841_n

Ovviamente, essere adorabile comporta anche dei privilegi: è l’unico ospitato nel  letto di alcuni di noi. Fissandoci per tutta la cena, senza cedere alla tentazione impellente di saltare sul tavolo, ottiene l’assaggio di un po’ di quello che abbiamo nei piatti noi umani. Che lui ha capito bene che è meglio, ma che lo otterrà solo se si comporta educatamente.

Animali-e-Cuccioli-1367090270-444825-DSCN3364Non gli è difficile essere così gentile, lo fa anche spontaneamente, quando non sembra esserci tornaconto: benchè maschio, si prende cura dei cuccioli, giocandoci violentemente ma anche poi leccandoli con dolcezza. E non lo fa solo coi piccoli, ma anche con sua sorella, così, a scopo relax & spa.

Ha solo due limiti, a parte la coda spezzata, che è un tratto di originalità: non è bravo a miagolare e… se si arrabbia o si sente sperduto se ne parte dietro al primo che passa e si ferma a dormire per qualche giorno col cane dei vicini. Allora loro ci telefonano, lo andiamo a riprendere e la zia dice che dovremmo (per chi sa quale tradizione andalusa) bagnargli i piedi con l’aceto, perchè non se ne vada più via… ma perchè togliergli questa libertà di espressione?

Se lo lasciamo andare, quando rimane con noi è come se ci facesse un regalo…

.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 giugno 2013 da in libertà.

La mia tesi è libro: info qui

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: