Orybal's weblog

free your soul

Camminare a caso

Mi sono addormentata verso le 5… perchè? Boh. Forse che qualcuno mi pensa o mi sogna, impedendomi così di addormentarmi? Si dice anche questo. Ieri sera sono uscita con un amico per cena, dopo aver visto i gatti che la notte sono padroni del Kapalı çarşı… forse avremo bevuto troppo teh?

Oggi è fatica. Ma al risveglio non sono distrutta. Anche se ho il raffreddore del secolo, che – scene splatter – se non sto attenta mentre tossisco o deglutisco il muco vola… ok, la smetto.

Ho fatto colazione e poi ho ricevuto una telefonata via skype: qui fa nuvoloso, che tempo fa lì? Sole. … e non esci?! Ok, esco. Dove non sono mai andata? Da qui, Pangaltı, verso ovest… incontro al tramonto, magari riesco a fare delle foto del tramonto sul Corno d’Oro. Cammina, cammina… oh, ecco i cimiteri di Ferikoy, islamico, protestante e cattolico e che altro? No, niente foto… è triste e squallida questa parte della città. Il cimitero è grandissimo, gli alberi non sembrano molto vitali.

Le donne possono entrare nei cimiteri islamici? Stavo per farlo, poi mi è venuto il dubbio che no. Le donne è meglio se entrano al supermercato, per fare scorta di fazzolettini di carta. Cammina cammina… questo posto, ci sono già stata, è Dolapdere, luogo disperato, nei parchetti dove giocano bambini vestiti come viene viene mancano le mattonelle per terra, sono state divelte… giocano davanti a case mezze cadenti e bruciate, su spiazzi che erbosi forse lo erano una volta. Ma tu puoi passare e nessuno ti fa caso, nessuno ti importuna…

Ecco, questa che incrocio è la Dolapdere Cd. e quella là in fondo è la moschea di Tarlabaşı? Ok, c’è il mercato, entriamoci… magari comprarci pesce e mandarini è una buona idea, i prezzi sono molto bassi… ma sono stanca, quanti chilometri ho fatto? Il peso delle borse lo avrò solo alla fine del giro, quando sarò vicino a una fermata dell’autobus, son troppo stanca per portarmele appresso a lungo. Ma poi mandarini ce n’è a bizzeffe, ma bancarelle col pesce no. Niente pesce.

Eccoci, qui è Omer Hayyam, siamo quasi sul Tarlabaşı Boulevard. Lo attraversiamo? Ok. Oh, in questo sottopasso i marciapiedi si restringono… alla fine non riesco nemmeno più a starci sù in equilibrio, tocca camminare in mezzo alla strada ed è pericoloso. Il boulevard è lungo, manca un bel po’ a Taksim… riattraversiamolo a questo semaforo. Siamo nella zona dove hanno chiuso il quartiere alla vista, per gentrification. Ma le case qui sono d’epoca, belline, col bovindo… incomparabile con quelle di Ferikoy. Sarà anche zona di spaccio, la sera, ma è interessante…

Faccio tappa alla Falafel House di Talihmane. Sono tutta sudata, hanno i tavolini all’aperto. Mi godo proprio le patatine fritte e il panino col falafel. Non sono molto economici, però, comparati ad altri locali di doner, questi bei ragazzi palestinesi…

Stasera gli autobus non stanno passando. Aspettiamo in tanti alla fermata in piazza Taksim. Passano camionette della polizia col muso blindato. Se ne vanno per conto loro… Ieri c’è stata una manifestazione, perchè il governo ha minacciato di chiudere Youtube in Turchia. I manifestanti hanno lasciato nel parco i bastoni con i cartelli di protesta, bianchi e neri, rotondi. I bambini siriani che con le loro famiglie mendicano vicino al parco e nella piazza stasera sono in vena di giocare e fare le corse su per le collinette del parco. Alcuni di loro prendono i cartelli e si inventano un gioco. Altri prendono per le braccia e le gambe uno che è davvero piccolissimo, ma sa camminare, e protesta e piange, quando lo lasciano torna dalla mamma seduta a un lato della piazza.

Quando mi siedo sul muretto si avvicinano 3 bambini, forse nessuno di loro ha più di 10 anni. Iniziano una litania in turco o arabo, non so, chiamandomi Abla, sorella, e che Allah ricompenserà. Avrei monete da qualche parte, ma mentre le cerco do al primo un mandarino. E ne pare soddisfatto, allora ne do uno anche agli altri due. Non vogliono altro, contenti del raccolto. In fondo, mangiare frutta è fantastico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 19 gennaio 2014 da in libertà.

La mia tesi è libro: info qui

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: