Orybal's weblog

free your soul

Memoria

imagesConosco davvero molte persone. Molti sono amici che sento frequentemente. Di moltissime che vedo raramente ricordo i nomi. Ho ripreso a fare supplenze. Lo scorso anno seguivo tre classi, circa 60 bambini. Ora, la scorsa settimana, poco più di 20. Diciamo che nel pomeriggio avevo imparato il nome di tutti. Questa settimana altri 20, ma erano una classe più caotica, con bambini che scappano via, altri che mentre chiedi i nomi tirano botte al vicino e bambine che quando gli chiedi il nome sono lontane anni luce e non rispondono. Cosi, non ho imparato i nomi di tutti. Pure la supplente che era con me… le ho chiesto due volte come si chiamasse e con una storia o l’altra… mica me l’ha detto.

La scorsa settimana fra le insegnanti c’erano due donne del mio paese, una è una figura nota in parrocchia – anche se in parrocchia non vado da 20 anni almeno – quindi il suo cognome lo ricordavo, il nome no perché ha una sorella identica e sono conosciute come “le sorelle di Giovanni”… con l’altra, durante l’adolescenza ho fatto molte gite domenicali. Mi sono concentrata per ricordare il suo nome, oltre al fatto che suonasse il flauto traverso, e ricordando quello della terza persona con cui andavamo a pattinare sul ghiaccio… l’ho trovato: Rosy.

Oggi invece ho incontrato una mamma. Lei di botto ha detto: “Ma sei nome.cognome? Io sono nome.cognome”. Ed io so che quel cognome esiste nel mio paese. Credi abbia anche un solo ricordo di lei nel passato? Tabula rasa…

Poi mi hanno presentato una ragazza e con certezza sapevo di averla già vista. Lei ha ricordato dove: a un paio di riunioni del doposcuola per minori stranieri, due anni fa. Io proprio no.

È grave? Credo di avere sempre preferito immagazzinare tutto, anche quello che ho studiato, solo nella memoria a breve termine. In quella a lungo termine ci sono poche date di compleanno, qualche poesia delle medie, ho cancellato i numeri di telefono che ci tenevo prima dell’epoca dei cellulari.

È anche cambiato il nostro modo di vivere: so che se dimentico qualcosa, in genere lo posso ritrovare allegato ad una mail o online, in dropbox, in google. Non serve trattenerlo.

Però non associare visi e nomi risulta comunque imbarazzante. Saluto chi non conosco, se fa un cenno. E se saluto chi so di conoscere, non pronuncio il nome. Aspetto che qualcuno lo ridica. Comunque, imparo sempre nuove cose, lingue e competenze, ho buona memoria fotografica di luoghi e immagini, dove si trovino certi contenuti nei libri, supero esami, memorizzo nuovi indirizzi e nomi, ricordo gli appuntamenti.. non è Alzheimer.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 ottobre 2014 da in libertà.

La mia tesi è libro: info qui

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: