Orybal's weblog

free your soul

Presagio verde

14708220_10153873910936302_6325593036839331316_nMentre guidavo oggi pomeriggio sono stata morsa o pizzicata alla mano da una mantide religiosa verde che mi son ritrovata sui capelli….. non mi ha fatto gran male né causato incidente, ma mi sembra un segno. E brutto.

Non è che non ne abbia mai viste: ne ho notate più d’una sui muri della scuola a Cimadolmo. Quest’anno pullulano… ma sui muri, lontane, è un’esperienza diversa…

Dice un post su internet che “ha le zampe dotate di spine appuntite e terminanti con un lungo uncino”.. ecco perché mi pareva di avere in mano un pezzetto di rovo! Le dicono “zampe raptatorie”….

Dopo un paio d’ore, sapendo che stava ancora nell’auto, ho chiesto a mio zio di aiutarmi a trovarla… siamo andati con la pila e non la trovavamo, ma poi, eccola lì: si arrampicava sul sedile del passeggero… capace che – se non la trovavo – il giorno dopo me la sarei ritrovata di nuovo sui capelli!!!

Gli amici hanno dato risposte variegate, quando l’ho raccontato. Un pastafariano ha detto che il significato nascosto era che son succulenta. Qualcun altro che è merito della mia bella zazzera! – l’ho istigata. Un amico ottimista mi dice che “È un brutto segno solo se tu lo vuoi credere”.

Le amiche capiscono lo choc di ritrovarsi un animale di tali proporzioni in testa e in mano…

L’aspetto più truce della faccenda è che quel mostro proviene dal cimitero: in preparazione alla festa di Ognissanti ho strapiantato una pianta, perché stava diventando enorme, e  – siccome non era affatto brutta – me la sono caricata in macchina… la bestia doveva stare lì, fra i rami!

Halloween è vicino e quindi ogni cosa risuona terrificante come un presagio…

Ma poi una delle fondatrici di Rio Abierto, che ho conosciuto, ha colto il senso del mio messaggio. Mi serviva qualcosa che non fosse il solo atteggiamento scientifico, ma un po’ di “antropologia”… e mi ha linkato questo articolo di Patrik Costamagna.

Dice che “La mantide religiosa è un insetto che ha sempre affascinato e impressionato gli uomini per molteplici ragioni, dal suo aspetto antropomorfo, alle sue particolari caratteristiche, abitudini e comportamenti”. E a me mi ha impressionata…

“Il suo nome deriva dal greco “mantis”, che significa profeta, colui che pre-vede (X-Giove). E sono proprio i concetti della vista e dello sguardo (X-Giove e Venere) uno dei motivi che hanno contribuito a rendere l’insetto alquanto inquietante. Il viso triangolare presenta sulla sua sommità due grandi occhi sporgenti che portano al culmine un piccolo puntino nero che assomiglia ad una pupilla. Tutto questo sembra in effetti conferire all’insetto quasi uno sguardo umano. Ed inoltre la possibilità, unica tra gli insetti, di poter ruotare il collo di 180 gradi dà l’impressione che essa possa dirigere il proprio sguardo praticamente in tutte le direzioni. Interessante a tale proposito quello che scrive Caillois nel suo libro “Il mito e l’uomo” dove dedica un intero capitolo alla simbologia delle mantidi: “le altre (bestiole) possono soltanto vedere, le mantidi possono guardare”. In molte culture gli si è attribuito addirittura il malocchio: Aristarco riteneva che il suo sguardo presagisse sventura a colui che lo subiva uomo od animale che fosse, mentre presso i Romani se qualcuno si ammalava gli si soleva dire “la mantide ti ha guardato”….. andiamo bene, a me mi ha pure morso!

“L’insetto è stato considerato sacro presso molti popoli: ad esempio in Provenza dove è chiamata prégo-Dieou (prega-Dio), in Romania dove è chiamata calagurita (cioè monaca), e presso i Turchi, dove si crede che le sue zampe siano sempre orientate verso La Mecca, la città santa dei musulmani. In alcune regioni africane è ritenuta una divinità e sembra che vi siano state perfino religioni e culti dove la mantide occupava un ruolo preminente”.

“Durante alcuni scavi archeologici è poi anche stata ritrovata una moneta proserpiniana di Metaponto dove l’insetto è raffigurato accanto alla spiga sacra dei Misteri Eleusini“. Poiché i Misteri comprendevano visioni e invocazioni a una vita oltre la morte, alcuni studiosi ritengono che il potere e la longevità dei Misteri Eleusini derivasse da agenti psichedelici, collegati all’utilizzo di pane a base di segala cornuta, cioè segala contaminata dal fungo claviceps purpurea. Apperò.

Inoltre, la voracità della mantide religiosa non è solo in relazione al cibo, ma è altresì riferita all’attività sessuale, tanto che, come scrive Caillois, nella mantide religiosa “i naturalisti distinguono la forma estrema della stretta connessione che sembra abbastanza spesso unire la voluttà sessuale e la voluttà alimentare”. Le mantidi compiono un atto di cannibalismo uxoricida che, secondo le teorie più accreditate, sembra sia da attribuirsi ad una “fame” fisica vera e propria, visto che le mantidi hanno bisogno di una elevata quantità di proteine per produrre rapidamente le loro uova. Questo costume sessuale ha colpito l’immaginario collettivo, facendola diventare simbolo dell’aspetto “ombra” del potere femminile rappresentato dalla X-Demetra. Per non parlare degli aspetti di infanticidio indiretto.

Ma un mantra cinese sostiene che “la mantide non fa mai nulla, a meno che non sia completamente sicura di fare la cosa giusta”. “Molti vedono la mantide religiosa come un segno di pace più profonda, quiete e l’incarnazione della meditazione.

Alcune culture credono che chi vede una mantide ha bisogno di meditazione supplementare per la pace interiore. La comparsa di una mantide religiosa potrebbe significare che è richiesto un pensiero aggiuntivo per quanto riguarda un individuo indeciso o scelte fatte precedentemente”.

Una vecchia credenza francese sostiene che le mantidi aiutino i bambini che si sono persi a trovare la via di casa, indicando loro la giusta direzione.

Ecco un segno, in senso antropologico. Sto meditando poco o niente, privandomi di una possibilità riequilibrante e piacevole.

Quella stronza ha dovuto saltarmi in testa e mordermi perché arrivassi a rendermene conto. Non l’abbiamo uccisa, ma liberata…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 25 ottobre 2016 da in animali, chiacchiere, culture, sfortune.

La mia tesi è libro: info qui

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: