Orybal's weblog

free your soul

Le 9 intelligenze di Gardner… 7 trascurate da molte scuole

Lo psicologo statunitense Howard Gardner distingue ben 9 tipi fondamentali d’intelligenza, localizzati in parti differenti del cervello, di cui fa parte anche l’intelligenza logico-matematica (l’unica su cui era basato l’originale test di misurazione del QI). Ecco, qui di seguito, i 9 macro-gruppi intellettivi:

1. Intelligenza Linguistica: è l’intelligenza legata alla capacità di utilizzare un vocabolario chiaro ed efficace. Chi la possiede solitamente sa variare il suo registro linguistico in base alle necessità ed ha la tendenza a riflettere sul linguaggio. Possono averla poeti, scrittori, linguisti, filologi, oratori.

2. Intelligenza Logico-Matematica: coinvolge sia l’emisfero cerebrale sinistro, che ricorda i simboli matematici, che quello di destra, nel quale sono elaborati i concetti. È l’intelligenza che riguarda il ragionamento deduttivo, la schematizzazione e le catene logiche. La possiedono solitamente scienziati, ingegneri, tecnologi.

3. Intelligenza Spaziale: concerne la capacità di percepire forme e oggetti nello spazio. Chi la possiede, normalmente, ha una sviluppata memoria per i dettagli ambientali e le caratteristiche esteriori delle figure, sa orientarsi in luoghi intricati e riconosce oggetti tridimensionali secondo schemi mentali piuttosto complessi. La possiedono scultori, pittori, architetti, ingegneri, chirurghi ed esploratori.

4. Intelligenza Corporeo-Cinestesica: coinvolge il cervelletto, i gangli fondamentali, il talamo e vari altri punti del nostro cervello. Chi la possiede ha una padronanza del corpo che gli permette di coordinare bene i movimenti. Ce l’hanno in misura peculiare ballerini, coreografi, sportivi, artigiani.

5. Intelligenza Musicale: normalmente è localizzata nell’emisfero destro del cervello, ma le persone con cultura musicale elaborano la melodia in quello sinistro. È la capacità di riconoscere l’altezza dei suoni, le costruzioni armoniche e contrappuntistiche. Chi ne è dotato solitamente ha uno spiccato talento per l’uso di uno o più strumenti musicali, o per la modulazione canora della propria voce. La possiedono prevalentemente i compositori, i musicisti e i cantanti.

6. Intelligenza Interpersonale: coinvolge tutto il cervello, ma principalmente i lobi pre- frontali. Riguarda la capacità di comprendere gli altri, le loro esigenze, le paure, i desideri nascosti, di creare situazioni sociali favorevoli e di promuovere modelli sociali e personali vantaggiosi. È presente in maggior misura in politici, leader, imprenditori di successo, psicologi.

7. Intelligenza Intrapersonale: riguarda la capacità di comprendere la propria individualità, di saperla inserire nel contesto sociale per ottenere risultati migliori nella vita personale, e anche di sapersi immedesimare in ruoli e sentimenti diversi dai propri. Non è prerogativa di qualcuno, benché la possiedano, in particolare, gli attori.

8. Intelligenza Naturalistica: consiste nel saper individuare determinati oggetti naturali, classificarli in un ordine preciso e cogliere le relazioni tra di essi. È l’intelligenza tipica di biologi, astronomi, antropologi, medici e altri.

9. Intelligenza Esistenziale: rappresenta la capacità di riflettere consapevolmente sui grandi temi dell’esistenza, come la natura dell’uomo, e di ricavare da sofisticati processi di astrazione delle categorie concettuali che possano essere valide universalmente. È tipica dei filosofi e degli psicologi, e in parte anche dei fisici.

Sebbene queste capacità siano più o meno innate negli individui, non sono statiche e possono essere sviluppate mediante l’esercizio. Inoltre, esse possono anche “decadere” con il tempo. Lo stesso Gardner ha poi menzionato il fatto che classificare tutte le manifestazioni dell’intelligenza umana sarebbe un compito troppo complesso, dal momento che ogni macro-gruppo contiene vari sottotipi. (Fonte http://it.wikipedia.org)

Annunci

10 commenti su “Le 9 intelligenze di Gardner… 7 trascurate da molte scuole

  1. orybal
    1 luglio 2011

    Si è parlato di questo tema anche a un incontro di pedagogia3000 http://www.pedagooogia3000.info/web/index.htm cui sono stata qualche tempo fa in provincia di Treviso… e ne son state aggiunte altre, di intelligenze trascurate.. 🙂

  2. Eliana
    9 agosto 2015

    Se gli insegnanti riuscissero ad individuare quali di queste intelligenze prevale in ciascun studente , molti ragazzi non abbandonerebbero gli studi e nutrirebbero maggior amore per la scuola e la cultura in generale .La bravura dell” insegnante penso consista proprio in questo .

    • Silvana
      27 novembre 2015

      Peccato che sono troppo impegnati a classificare, etichettare, condannare tutte le intelligenze che non riescono a capire cercando a tutti i costri di ingabbiarle in schemi precostituiti.

      • adriana
        27 novembre 2015

        Silvana aggiornati! Stai parlando della scuola degli anni 40! I tempi son cambiati e gli insegnanti anche

      • Anna
        27 novembre 2015

        Silvana, purtroppo hai perfettamente ragione.

  3. vera989
    26 novembre 2015

    E la bravura di ogni persona che li circonda, aldilà del fatto di essere insegnanti, magari una parola può sempre aiutare.

  4. Antonella Rossi
    11 luglio 2016

    Ognuno è un genio. Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido. — Albert Einstein

    • orybal
      11 luglio 2016

      Conoscevo questa frase fin da piccola. Ma non sapevo fosse di Einstein…

  5. Edu
    31 gennaio 2017

    Quanti luoghi comuni sulla scuola e sugli insegnanti, la vera ignoranza e presunzione la trovo in chi sputa sentenze su centinaia di migliaia di persone che ogni giorno si prendono cura dei ragazzi italiani in etá scolastica cercando di contrastare la devastante azione diseducativa che la società dei media e dei social network esercita su ogni persona.

    • orybal
      31 gennaio 2017

      Bella storia, lei sarebbe un’insegnante e sta criticando Howard Gardner, uno dei pensatori fondamentali che dovrebbe conoscere? Io sono un’insegnante ma questo non è un articolo di opinione, e quasi me ne spiace perchè ha tanta audience. Questo post riporta solo la teoria di Gardner presa da Wikipedia, ma probabilmente a molti non è nota.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 27 giugno 2011 da in apprendimento.

La mia tesi è libro: info qui

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: